Gabriele

Capelli

Cinisello Balsamo

Tutta la mia esperienza di fotografo l’ho fatta cercando sulla strada, nelle situazioni, sui volti. Non ricostruendo, ma osservando, scatto dopo scatto. Osservare significa per me essere discreto, non intervenire, usare la luce naturale, raccontare la realtà, farla parlare. Su queste convinzioni ho scelto il reportage.